Nella steppa pianterò olmi e cipressi (Is 41, 19)
Nella steppa pianterò olmi e cipressi (Is 41, 19)

Un weekend agli Olmi

Qualche giorno dopo ferragosto, abbiamo avuto l’immenso piacere di ospitare la prima coppia di amici per un bel weekend assieme agli Olmi. Abbiamo avuto tempo di dedicarci ai lavori di casa, condividere i pasti, divertirci con i figli, lavorare in giardino ed anche iniziare ad imbiancare le nuove stanze per l’ospitalità…

Ogni coppia che passa di qui porta con se’ qualcosa di nuovo, ed irripetibile. Ognuno e’ profondamente diverso, ed i loro occhi trasmettono i mille eventi della vita. Hanno silenzi che nascondono sogni e desideri; parole e gesti di chi ha molto da donare.

Con tutti e’ bello fermarsi a parlare. Riposare anche solo per un po’, e mangiare assieme. Non per il piacere edonistico di prendere il cibo e possederne i suoi aromi, ma per sentire attraverso il senso interiore gli aromi nell’Amore. Riconoscendo il gusto dell’amicizia, i cristiani prendono assieme le cose del mondo e vivono la Redenzione. Ogni cosa vissuta assieme ci rimanda a Chi l’ha voluta che cosi’ fosse per noi, per la nostra vita.

Dopo una giornata calda, il sole inizia a tramontare dietro le colline e l’aria finalmente diviene più fresca. Nella sera, la luce inizia a scomparire e ci si riunisce assieme a preparare la tavola. Nel cenare assieme, si sperimenta il valore del cibo come “sacramento naturale”, che unisce la nostra vita a quella degli altri. Per questo anche la tavola, oltre che il cibo, deve essere preparato con amore: per trasmettere a tutto l’amore del Padre, e cibandosi, nutrirsi del suo Amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *