Quante porte entrano in un’auto?

Beh, la nostra non e’ proprio un automobilina… E’ un monovolume piuttosto grandino (una VW Sharan, per la precisione). Comunque, per rispondere alla domanda, ci sono state ben 4 porte complete di stipiti e cornici. E parliamo di porte normali, alte 190 cm e larghe 80 cm.

Ora, non e’ che abbiamo voluto fare questa prova per raggiungere un nuovo record. Più semplicemente, trovandomi a Bologna per motivi di lavoro ho colto la palla al balzo per contattare una persona che vendeva a buon prezzo delle porte in legno. Sono le classiche porte in legno di abete della prima meta’ del Novecento: quell’Età d’oro quando ancora dietro una porta c’erano le mani di un falegname. Rigorosamente tirate a più smani di smalto, in una crosta densa, con ampie zone stuccate nel tentativo di coprire i movimenti del legno. Insomma, quelle porte che tutti noi abbiamo visto in casa di qualche parente anziano, e che ad un certo punto nessuno più volle. Quelle porte che ormai trovi solo quando qualcuno sta ristrutturando una vecchia palazzina liberty e preferisce montare delle porte più moderne.

Perché allora portarsi a casa da Bologna quattro porte vecchie? Tutto questo potrebbe sembrare piuttosto eccentrico, invero. Modaiolo. Oppure potrebbe essere semplicemente il tentativo di risparmiare un po’ di soldi. Ma non e’ cosi’. C’e’ un senso nelle cose, un senso che lega il passato al futuro. Ed e’ anche nostro compito ridare vita alle cose che stanno morendo. Non per nostalgia, non per estetica. Ma per cessare di essere quegli esseri rapaci che ogni giorno vogliono prendere del mondo per loro stessi. Per riportare a dignità il senso della nostra esistenza come parte di una Vita che non e’ nata con noi, ma in cui noi partecipiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *